Il Marketing B2B: i 6 principali trend del 2023

8 Dicembre 2023

Il mondo del marketing B2B sta attualmente attraversando una fase di evoluzione sostanziale, caratterizzata da un allineamento sempre più stretto tra i mercati B2B (Business-to-Business) e B2C (Business-to-Consumer). Questo processo di convergenza indica una crescente rilevanza delle dinamiche di mercato e delle strategie di marketing tradizionalmente associate ai consumatori finali anche nel contesto delle relazioni tra imprese. Nel corso del 2023, emergono con chiarezza sei tendenze chiave che stanno plasmando in modo significativo la direzione del settore.

Vediamo insieme quali sono stati i principali trend del marketing B2B del 2023.

1. Customer Retention

La Customer Retention, o fidelizzazione del cliente, è una strategia aziendale volta a mantenere e consolidare i rapporti con i clienti esistenti, incoraggiandoli a continuare la relazione con l’azienda nel tempo. Contrariamente all’acquisizione di nuovi clienti, la Customer Retention si concentra sulla preservazione della clientela esistente, ritenuta essere più economica e, in molti casi, più proficua.

Gli sforzi di Customer Retention mirano a creare un legame duraturo tra l’azienda e il cliente, promuovendo la soddisfazione, la fedeltà e la ripetizione degli acquisti. Questa strategia prevede l’implementazione di pratiche e iniziative proattive per mantenere un elevato livello di soddisfazione del cliente, attraverso diverse attività, tra cui:

  • La comunicazione efficace: mantenendo un canale di comunicazione aperto e trasparente con i clienti, rispondendo prontamente alle loro domande e risolvendo eventuali problemi.
  • La personalizzazione dell’esperienza: adattando l’offerta e l’esperienza di acquisto in base alle esigenze e alle preferenze specifiche dei singoli clienti.
  • I programmi di fidelizzazione: premiando i clienti fedeli con sconti, offerte speciali o altri incentivi.
  • I feedback e l’ascolto attivo: raccogliendo e analizzando feedback dai clienti per comprendere le loro esigenze e migliorare costantemente i prodotti o i servizi offerti.
  • Le offerte personalizzate: proponendo promozioni mirate, basate sulla storia degli acquisti e sui comportamenti passati del cliente.
  • Il supporto post-vendita: fornendo un efficace supporto post-vendita per garantire che i clienti si sentano supportati anche dopo l’acquisto.

La Customer Retention è fondamentale per il successo a lungo termine di un’azienda, poiché la costruzione di relazioni solide con la clientela esistente può portare a un aumento del valore del cliente e all’incremento della redditività complessiva dell’azienda.

2. Employee Retention

L’Employee Retention (la fidelizzazione del personale) nel 2023 è diventata un imperativo aziendale. Questa si riferisce alle strategie e alle pratiche che un’azienda mette in atto per “trattenere” e fidelizzare i propri dipendenti. In altri termini, l’obiettivo è ridurre il tasso di turnover, cioè la frequenza con cui i dipendenti lasciano l’azienda, e promuovere la permanenza a lungo termine all’interno dell’organizzazione.

Queste strategie possono includere una serie di iniziative, come programmi di sviluppo professionale, opportunità di formazione continua, piani di carriera chiari, condizioni lavorative favorevoli, benefici aziendali competitivi, un ambiente di lavoro positivo e i giusti riconoscimenti per il lavoro svolto.

L’obiettivo è creare un contesto in cui il personale si senta valorizzato e soddisfatto, riducendo così la probabilità che cerchi opportunità altrove. La fidelizzazione del personale è cruciale per mantenere un team stabile, aumentare la produttività e ridurre i costi associati alla formazione e alla ricerca di nuovi talenti.

3. Digitalizzazione

La digitalizzazione nel contesto B2B ha subito un’accelerazione significativa nel 2023, principalmente a causa dell’ampio impiego di tecnologie avanzate come l’Intelligenza Artificiale (AI), la Realtà Aumentata (AR) e la Realtà Virtuale (VR). Queste tecnologie stanno trasformando radicalmente le dinamiche del settore, consentendo alle imprese di offrire esperienze di acquisto e consumo innovative ed immersive.

Quali sono le motivazioni dietro a queste scelte?

  • L’efficienza operativa: l’Intelligenza Artificiale è utilizzata per ottimizzare processi operativi complessi. Ad esempio, algoritmi avanzati possono analizzare grandi volumi di dati per identificare modelli e migliorare la gestione della catena di approvvigionamento, riducendo costi e tempi di consegna.
  • La personalizzazione avanzata: le tecnologie di AI, AR e VR consentono un alto grado di personalizzazione nelle interazioni B2B. Le imprese possono utilizzare algoritmi di machine learning per anticipare le esigenze dei clienti, offrendo proposte personalizzate e migliorando l’esperienza complessiva di acquisto.
  • Le esperienze immersive: la Realtà Aumentata e la Realtà Virtuale creano ambienti immersivi che permettono alle imprese di presentare prodotti in modo innovativo. Ad esempio, un’azienda di produzione può utilizzare la Realtà Aumentata per mostrare ai clienti come i loro prodotti saranno integrati negli ambienti di lavoro, consentendo di fare delle scelte d’acquisto più consapevoli.
  • La collaborazione: le piattaforme di collaborazione basate su AI agevolano la comunicazione e la condivisione di informazioni tra le imprese. Ciò semplifica la gestione di progetti condivisi e favorisce una collaborazione più stretta tra partner commerciali.

Un esempio: immaginiamo un fornitore di attrezzature industriali che utilizza l’Intelligenza Artificiale per analizzare i modelli di utilizzo dei clienti delle loro macchine. Attraverso l’AI, può prevedere quando una macchina potrebbe aver bisogno di manutenzione preventiva, inviando notifiche automatiche ai clienti. Utilizzando la Realtà Aumentata, il cliente può visualizzare istruzioni dettagliate su come effettuare la manutenzione da solo, riducendo i tempi di fermo e migliorando l’efficienza complessiva. Questo è solo un esempio di come la digitalizzazione basata su AI e AR può migliorare la collaborazione e l’esperienza complessiva nel B2B.

4. Il ruolo chiave di influencer e brand ambassador

Nel 2023, il ruolo chiave degli influencer (persone con una presenza e un seguito significativi sui social media o su altri canali online) e dei brand ambassador (clienti soddisfatti che hanno un legame più stretto e continuativo con il brand) nel contesto del marketing B2B è cresciuto notevolmente, trasformandosi da una pratica principalmente associata al marketing B2C a una strategia centrale nel B2B. Questo cambiamento è guidato da diversi fattori che rafforzano l’efficacia dell’utilizzo di influencer e micro-influencer nelle dinamiche di mercato B2B.

Migliorando, ad esempio:

  • La credibilità e l’autorevolezza:

Gli influencer, con la loro autorevolezza e reputazione nel settore, sono in grado di influenzare positivamente i decision maker (le persone all’interno di un’organizzazione o di un processo decisionale che possono prendere decisioni rilevanti), fornendo una prospettiva affidabile e riconosciuta.

Gli influencer nel B2B possono condividere le loro esperienze lavorative con determinati prodotti o servizi, evidenziando benefici e soluzioni specifiche. Questo tipo di narrazione offre un approccio più autentico e pragmatico, contribuendo a costruire una relazione di fiducia tra brand e pubblico target.

  • Il network:

Gli influencer hanno spesso un seguito significativo di professionisti del settore. Collaborare con loro consente alle aziende B2B di raggiungere un pubblico mirato, composto da decision maker, imprenditori e professionisti del settore, aumentando così la visibilità del brand tra coloro che possono influenzare le decisioni di acquisto.

Nel B2B, la specificità e la conoscenza approfondita di un settore possono essere fondamentali. I micro-influencer, essendo spesso specializzati in settori specifici, possono offrire una prospettiva più specifica, attirando un pubblico altamente mirato interessato a dettagli e approfondimenti specifici.

  • La strategia di contenuto:

Gli influencer e i brand ambassador nel B2B possono creare contenuti autentici e accattivanti che vanno oltre la pubblicità tradizionale. Questo tipo di contenuto, che può includere recensioni, testimonianze e approfondimenti, è spesso meglio recepito dagli utenti B2B che cercano informazioni più dettagliate prima di prendere decisioni di acquisto.

Gli influencer nel B2B non si limitano ai social media. Possono contribuire a webinar, podcast, articoli di settore e altri canali rilevanti, contribuendo a diversificare la presenza online del brand e a raggiungere il pubblico attraverso molteplici touchpoint.

In sintesi, nel 2023 l’utilizzo di influencer e brand ambassador nel B2B non solo fornisce un canale efficace per promuovere prodotti e servizi, ma rappresenta anche una strategia cruciale per conferire maggiore credibilità al brand. L’autenticità, l’esperienza condivisa e l’approccio più personalizzato sono alcuni dei valori che gli influencer e i brand ambassador possono portare nel contesto B2B, dove la fiducia e la reputazione sono fondamentali.

5. L’importanza del Content Marketing

Nel 2023, il content marketing ha assunto un ruolo cruciale nella comunicazione aziendale nel contesto B2B. Questo approccio strategico, che si concentra su blogging, SEO, contenuti interattivi, podcast e media relations, è diventato essenziale per diverse ragioni.

Innanzitutto, il content marketing permette alle aziende di posizionarsi come esperti nel proprio settore attraverso la creazione di contenuti informativi e di valore. Questo contribuisce a guadagnare la fiducia dei potenziali clienti nel mondo del B2B.

La strategia SEO è fondamentale per migliorare la visibilità online delle aziende. La produzione costante di contenuti di qualità favorisce un posizionamento più favorevole nei risultati di ricerca, aumentando la probabilità di essere scoperti da nuovi clienti interessati ai prodotti o servizi B2B.

La crescente popolarità dei contenuti interattivi, come quiz e video, offre alle aziende B2B l’opportunità di coinvolgere il pubblico in modo più diretto, contribuendo a favorire l’interazione e a trasformare gli utenti in potenziali clienti.

La generazione di lead (un individuo o un’azienda che ha dimostrato interesse per i prodotti o servizi offerti) di qualità è un altro vantaggio del content marketing. Attraverso webinar, white paper e altri formati di contenuto, le aziende possono catturare l’interesse di professionisti del settore, generando lead qualificati più propensi a essere convertiti in clienti.

Anche la creazione di contenuti di valore è uno strumento potente per la costruzione di un pubblico fedele. La regolarità nella pubblicazione di contenuti di qualità contribuisce a sviluppare una relazione a lungo termine con il pubblico, creando un seguito più incline a mantenere un rapporto continuativo con il brand nel settore B2B.

Infine, il content marketing, veicolato anche attraverso le media relations, consente alle aziende B2B di rispondere in modo proattivo alle domande e alle esigenze dei clienti. La produzione di contenuti che risolvono problemi o forniscono soluzioni alle sfide del settore contribuisce a soddisfare le esigenze dei clienti, consolidando la reputazione del brand.

6. Diversity & Inclusion

Nel 2023, la Diversity & Inclusion (D&I) è diventata un valore fondamentale per le aziende B2B. Questa crescente attenzione verso l’inclusività rispecchia la consapevolezza dell’importanza di creare un ambiente di lavoro inclusivo.

La società moderna è varia: in termini di etnia, genere, orientamento sessuale e background culturale. Le aziende B2B stanno rispondendo a questa diversità per soddisfare le aspettative dei clienti e degli stakeholder.

La diversità all’interno di un team è associata a un maggiore livello di innovazione e creatività, fattori chiave nel contesto B2B dove l’innovazione è spesso determinante per il successo.

L’adozione della D&I rende le aziende B2B più attraenti per una forza lavoro diversificata, contribuendo a costruire team migliori e versatili.

In un mondo sempre più globalizzato, la conoscenza e l’integrazione delle differenze culturali e sociali attraverso la D&I aiutano le aziende B2B ad adattarsi meglio ai mercati internazionali.

Infine, la richiesta del mercato per pratiche aziendali etiche e inclusive è in aumento, con i clienti che prestano sempre più attenzione alle politiche di Diversity & Inclusion delle aziende con cui scelgono di fare affari. Le aziende che investono in D&I non solo rispondono a queste aspettative etiche, ma spesso sperimentano una notevole crescita dei ricavi, poiché la diversità si traduce in prospettive più ampie e risposte più adeguate alle sfide del mercato.

Se vuoi approfondire questi temi, ti consigliamo di leggere questi altri articoli sul nostro blog:

Grazie per aver esplorato insieme a noi i principali trend del marketing B2B nel 2023. Questi sei trend, da Customer Retention alla Diversity & Inclusion, riflettono la dinamica e la complessità di un settore in continua evoluzione.

Mentre abbiamo analizzato le sfide e le opportunità che caratterizzano il presente, è importante guardare al futuro. Nella prossima settimana, su Mark Letter, esploreremo anticipazioni e previsioni sui trend del 2024 che continueranno a plasmare il mondo del marketing B2B.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti su ciò che ci riserva il futuro del marketing B2B? Iscriviti a Mark Letter cliccando qui e preparati a esplorare insieme a noi le nuove frontiere del business-to-business. Non perdere l’opportunità di essere un passo avanti nel comprendere e adottare le strategie vincenti che caratterizzeranno il prossimo anno nel panorama del marketing aziendale.

Grazie per essere con noi in questo viaggio. Ci vediamo nella prossima edizione di Mark Letter.

Più recenti

28 Marzo 2024

Guida strategica per adattare la comunicazione B2B ai bisogni del cliente

Nel dinamico panorama del business B2B, il segreto del ...

Leggi l'articolo >

8 Dicembre 2023

Il Marketing B2B: i 6 principali trend del 2023

Il mondo del marketing B2B sta attualmente attraversand...

Leggi l'articolo >

20 Settembre 2023

Mark it vince il premio come “miglior iniziativa” dei Sustainability Awards 2023

Siamo entusiasti di condividere che a Mark it è stato a...

Leggi l'articolo >

22 Agosto 2023

Green Deal: un’opportunità per il futuro delle aziende attraverso il marketing sostenibile

Il Green Deal dell'Unione Europea è una pietra miliare ...

Leggi l'articolo >

26 Luglio 2023

Voucher Innovation: verso l’innovazione e il successo aziendale

L’innovazione è il motore trainante dell’ec...

Leggi l'articolo >

29 Giugno 2023

La strategia omnicanale: massimizza la tua presenza online e offline

Nell'era digitale in cui viviamo, la presenza online è ...

Leggi l'articolo >

16 Maggio 2023

Il potere di una grande proposta di valore: perché il tuo business potrebbe averne bisogno

La proposta di valore consiste nel messaggio più import...

Leggi l'articolo >

16 Marzo 2023

Strategia di marketing efficace: gli elementi chiave nel mercato B2B

Quando parliamo di mercato B2B facciamo riferimento all...

Leggi l'articolo >

12 Gennaio 2023

Bilancio sull’impatto sociale e ambientale: dal 2024 sarà obbligatorio per le aziende

La Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD) ...

Leggi l'articolo >

23 Novembre 2022

Customer Experience: i bisogni del cliente al centro della strategia

Quando parliamo di “Customer Experience” facciamo rifer...

Leggi l'articolo >

26 Luglio 2022

Greenwashing, pinkwashing e rainbow washing: cosa sono e come evitarli.

Le ricerche ci dimostrano che lo scopo di un brand oggi...

Leggi l'articolo >

20 Giugno 2022

La sostenibilità fa bene al business? Guida alla Responsabilità Sociale d’Impresa.

La sostenibilità è un concetto complesso che oggi più c...

Leggi l'articolo >

29 Marzo 2022

Perché è importante rivedere il tuo modello di business?

All’inizio della pandemia, tutti parlavano di una...

Leggi l'articolo >

17 Febbraio 2022

Guida breve alla creazione di un prodotto cliente centrico

Oggi ti parlerò di come mettere in pratica la mia esper...

Leggi l'articolo >

25 Novembre 2021

Storytelling: una delle tecniche persuasive più utilizzate

Cos’è lo storytelling Lo storytelling è una tecnica com...

Leggi l'articolo >

28 Ottobre 2021

Perché internazionalizzare la propria azienda?

Perché internazionalizzare? Fondamentalmente perché int...

Leggi l'articolo >

13 Ottobre 2021

Il mutamento del cliente: i valori morali determinano sempre più l’acquisto

Cosa si intende con mutamento del cliente Oggi il mutam...

Leggi l'articolo >

24 Settembre 2021

Mark it è Carbon Neutral

L’attuale concentrazione di anidride carbonica in atmos...

Leggi l'articolo >

29 Giugno 2021

Come Mission e Vision guidano la tua azienda verso il traguardo

Mission e Vision sono due concetti legati spesso a bran...

Leggi l'articolo >

29 Aprile 2021

Relazioni con i media – costi ed efficacia

Le Relazioni Pubbliche (PR – Public Relations) sono spe...

Leggi l'articolo >

16 Marzo 2021

Creare il piano di marketing partendo da profilazione e viaggio del cliente!

Se vuoi creare un buon piano di marketing, uno degli er...

Leggi l'articolo >

1 Novembre 2020

Anche la produzione di oggetti passa per il digitale.

Se si pensa al mondo manifatturiero italiano, non si pu...

Leggi l'articolo >

26 Ottobre 2020

Analizza l’esperienza del cliente e la tua azienda volerà.

Sapete cos’è l’ ”Esperienza del cliente” anche chiamata...

Leggi l'articolo >

26 Settembre 2020

Brand, identità del brand e branding

Sei un imprenditore che vuole far crescere il business,...

Leggi l'articolo >

20 Agosto 2020

Le crisi costringono le aziende a prendere decisioni su più fronti e in parallelo

La pandemia sta costringendo le aziende ad adeguarsi e ...

Leggi l'articolo >