Creare il piano di marketing partendo da profilazione e viaggio del cliente!

La maggior parte dei successi inizia ben prima della gara, la fase di analisi e preparazione è spesso la più importante

16 Marzo 2021

Se vuoi creare un buon piano di marketing, uno degli errori più comuni dettati dalla fretta è quello di non dare il giusto peso alla fase di preparazione alla “competizione”, dove tutte le parti del piano sono accuratamente analizzate, studiate e assemblate.  In questo articolo vediamo come utilizzare il modello della proposta di valore e l’analisi del viaggio del cliente come base di partenza per una strategia vincente.

Fase 1. Conosci il cliente. Chi

Il passaggio iniziale è analizzare il profilo del cliente. Un approccio strutturato è quello del Value Proposition Model. Di seguito i passaggi fondamentali del modello:

  1. Analizza il cliente individuandone le attività, i vantaggi ricercati, i rischi e gli impedimenti che caratterizzano l’attività lavorativa e personale
  2. Cerca di validare l’identikit così ottenuto in maniera soggettiva attraverso una verifica oggettiva come una ricerca di mercato tra contatti in target ad esempio
  3. Verifica se i servizi e i prodotti offerti sono in grado di soddisfare le esigenze del cliente o risolvere le problematiche evidenziate.
Fit della proposta di valore

Fase 2. Disegna il viaggio del cliente. Cosa e Perchè

Immedesimarsi nel cliente e ricostruire tutti i percorsi che potrebbero essere intrapresi dal momento in cui entra in contatto con la tua azienda.

Il viaggio del cliente può essere ricostruito partendo da 3 elementi fondamentali:  Fasi – Canali – Punti di contatto

Viaggio del cliente

Fase 3: Pianificazione delle attività. Come e quando

Una volta indentificata la strategia ossia quali attività sono le migliori per interagire con la tua clientela per accompagnarla all’acquisto, il prossimo passaggio è quello di pianificare le attività nel tempo.

Ogni attività e sotto attività individuata in questa fase potrebbe avere una dipendenza funzionale con quelle successive, ed individuare bene questo tipo di relazione vi permetterà di programmare ogni cosa al momento giusto, cosa che è fondamentale quando si devono rispettare scadenze precise soprattutto quando alcune attività sono di tipo interfunzionale.

Fase 4. Zero Based Budgeting. Quanto

Questo approccio “dal basso” permette di delineare un budget partendo dai costi stimati per le sub – attività.  Zero Based Budgeting: riduce al minimo gli scostamenti tra i valori stimati e quelli reali. 

Se sei interessato ai nostri servizi di temporary management contattaci per avere l’intero white paper su come “assemblare” un piano di marketing perfetto.

Più recenti

29 Aprile 2021

Relazioni con i media – costi ed efficacia

Le Relazioni Pubbliche (PR – Public Relations) sono spe...

Leggi l'articolo >

16 Marzo 2021

Creare il piano di marketing partendo da profilazione e viaggio del cliente!

Se vuoi creare un buon piano di marketing, uno degli er...

Leggi l'articolo >

1 Novembre 2020

Anche la produzione di oggetti passa per il digitale.

Se si pensa al mondo manifatturiero italiano, non si pu...

Leggi l'articolo >

26 Ottobre 2020

Analizza l’esperienza del cliente e la tua azienda volerà.

Sapete cos’è l’ ”Esperienza del cliente” anche chiamata...

Leggi l'articolo >

26 Settembre 2020

Brand, identità del brand e branding

Sei un imprenditore che vuole far crescere il business,...

Leggi l'articolo >

20 Agosto 2020

Le crisi costringono le aziende a prendere decisioni su più fronti e in parallelo

La pandemia sta costringendo le aziende ad adeguarsi e ...

Leggi l'articolo >